katerina

[di seguito un estratto da “E invece non sei cambiata come me”, -romanzo- V2022]

Katerina si accomoda sulla sedia posta davanti alla scrivania dove troneggia George, elegante, profumato e ben rasato. George le allunga la busta contenente il compenso pattuito per un’ora di ascolto: 50euro. Katerina apre discretamente la busta per verificarne il contenuto, la sistema nella borsa e inizia a raccontare nei dettagli il rituale suicida che assieme a Decimo avevano programmato per il solstizio!
George prende qualche appunto prima di domandarle quando è iniziata la programmazione del rito e come si sono conosciuti lei e Decimo Cirenaica.
Ci siamo conosciuti a causa di un libro che Decimo ha scritto, un romanzo. Io un mese fa vivevo a Roma, e non avevo nessuna intenzione di cambiare città! E invece è bastato un libro! E quando sono arrivata qui a Parigi, esattamente il 24 ottobre 2012, e ho visto coi miei occhi dove abitava e come il mio amato Cirenaica… ho iniziato a riflettere sulla scelta fatta, a velarla di avventatezza, a metterla in discussione insomma! Il primo mese lo abbiamo trascorso in una stanza fredda e umida, all’interno di un appartamento senza doccia… Per fare la doccia dovevamo salire al secondo piano, in un altro appartamento della Madama, e mi sentivo misera e inadatta, dentro le mie ciabatte, e con solo l’accappatoio addosso, e provavo una vergogna talmente intima da non riuscire a condividerla nemmeno con il mio adorato Cirenaica! Il 4 dicembre abbiamo accettato la proposta di Madame Patti affittando una stanza al quarto piano dello stesso immobile, una stanza grande, con due finestre: la stanza del suicidio! I primi giorni ero veramente euforica… poi qualcosa è cambiato! L’idea di filmare il rito suicida, credo sia stata questa la causa dei sopraggiunti problemi… In quei giorni Decimo e il suo amico Tancrede stavano ultimando le riprese di un film sui passages parigini, ed era intenzione di Decimo concludere il progetto prima del solstizio suicida, nascondendo l’evento – come d’accordo – a tutte le persone di nostra conoscenza – famiglie comprese. Durante la preparazione di un tournage, nell’ufficio di Tancrede, vengo letteralmente stuprata da quest’ultimo – amico e collaboratore artistico del mio fidanzato, quel giorno assente perché impegnato altrove! All’atto in sé – traumatico perfino per una godereccia come me – si è aggiunto il ricatto: Tancrede mi ha subito proposto un contratto di lavoro a progetto! Intimandomi di mantenere Decimo all’oscuro del nostro accordo, e nel contempo consigliandomi un repentino allontanamento. Decimo mi ama, Tancrede mi sodomizza! E sto pensando di cambiare casa, e probabilmente da stanotte dormirò nel divano! Vorrei rimanere in città, almeno fino alla scadenza del contratto con Tancrede. Fra venti giorni è Natale, prenderò una vacanza e al mio ritorno “au revoir” Cirenaica! Devo resistere venti giorni soltanto… Allungare il brodo della menzogna! E domani, magari, farò una torta alla marijuana, e anche Lei è invitato Dott. George!
Per me può bastare, dice George.
Ma non è trascorsa nemmeno mezz’ora!
Non ti chiedo mica di restituirmi i soldi, continua George accendendo il suo Lord Ordinateur. Devo scrivere qualcosa, adesso! Scusa Katerina… Puoi trattenerti, se vuoi, c’è del caffè in salone, o della birra, se preferisci… credo vi siano anche dei superalcolici e del cioccolato!
Katerina si alza dalla sedia di fronte a George, si guarda attorno interdetta, un po’ stranita… Dall’ampia vetrata che si affaccia sulla strada entra una bellissima luce, un raggio di sole si poggia ora su di una poltrona di pelle coi braccioli consunti, accanto ad essa Katerina nota la macchinetta del caffè! E dei sigari!
Posso fumare, quindi? Domanda frugando frenetica dentro la borsa alla ricerca del tabacco.
No, Katerina, mi dispiace. Non si può fumare.
E se aprissi la finestra?
Goderesti di un bel panorama! E rimarrebbe l’interdizione, desolato.
Si vede la Porte Sant-Denis?
Affacciati e vedrai.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: